In Piazza Shelley arrivano i cestini dedicati al grande poeta inglese.

Pubblicato il 4 settembre 2014 Di

 

Il cestino A3, prende nome dal suo formato in pianta e dal foglio di carta che ospita parole e segni, nasce dall’osservazione e dal rispetto per i segni ed i contenuti già esistenti nella piazza: il monumento al poeta Percy B. Shelley e l’installazione metallica in corten che caratterizza con un segno contemporaneo l’intervento di ristrutturazione dello spazio pubblico.

Il poeta inglese caratterizza emotivamente e con la sua presenza fisica lo spazio urbano e richiede un intervento “poetico” mirato al racconto ed alla riflessione. Il cestino diventa dunque un elemento di lettura e, come un leggio, propone al cittadino frasi e poesie.

I quattro cestini sono dunque dotati di altrettanti testi selezionati da Luca Guidi, titolare della casa editrice Edizioni CinqueMarzo e rendono una nuova lettura concettuale dello spazio, innovativa e funzionale; le scritte sono fotoincise nell’acciaio inox verniciato con finitura Maistral brunito per non perdere la loro incisività nel tempo.cestini_5

L’inclinazione del cestino permette una miglior lettura dei testi ed allo stesso tempo genera un sistema di pulizia del cestone, pratico e robusto, grazie ad una semplice rotazione su piastre metalliche incernierate. Il cestino è inoltre dotato di posacenere, dettaglio molto utile per evitare la presenza di mozziconi sul selciato.

Inaugurati lo scorso 8 luglio dal Sindaco di Viareggio, Leonardo Betti, accompagnato da Rodney Cooper, Sindaco di Bournemouth, la città che ospita il cuore del poeta Shelley.

 

cestini_8

L’iniziativa è nata lo scorso autunno grazie ad una proposta giunta da uno studio di design cittadino, Gumdesign, in collaborazione con una ditta leader nel settore del metallo e del complemento, la De Castelli di Cornuda (TV), intende infatti dotare la piazza appena ristrutturata di elementi di arredo urbano mancanti e necessari per il mantenimento della sua pulizia.

Un interessamento che segue le sollecitazioni per una manutenzione quotidiana da parte dell’Amministrazione Comunale e per una richiesta di attenzione ai cittadini, sempre più sensibili al decoro della città; un intervento di “dettaglio” per una piazza restituita alla città che deve essere rispettata sia per l’importanza del poeta romantico che la ispira, sia per dimostrare come i cittadini tengano veramente ad una ripresa vera e concreta del proprio territorio.

Albino Celato, titolare dell’azienda trevigiana, ha aderito immediatamente all’invito di Gumdesign grazie ad una collaborazione che prosegue da alcuni anni con grandi risultati e che vede alcuni prodotti, disegnati dallo studio viareggino e realizzati dall’azienda, premiati a livello nazionale ed internazionale.cestini_9

“E’ un dono importante per la città di Viareggio – dichiara il Sindaco, Leonardo Betti -: un segnale positivo ed incoraggiante che vede nascere sinergie tra professionisti, aziende ed Amministrazione pubblica con l’unico obiettivo della riqualificazione del territorio. In tempi così difficili per i bilanci dell’Ente, è necessario ingegnarsi per trovare altre strade con cui trovare la cura di quei dettagli di cui una città turistica come Viareggio ha bisogno e quella percorsa per i cestini di piazza Shelley, con una sinergia tra pubblico e privato, è estremamente positiva, tutta da valorizzare e da ripetere”.