INTERIEUR AWARDS 2014: CONGRATULAZIONI AI VINCITORI!

Pubblicato il 26 maggio 2014 Di

La categoria Objects degli Interieur Awards – 240 iscrizioni da 32 paesi – è stata valutata da una giuria internazionale: Rolf Hay di Hay (DK); Lina Kanafani del Mint (UK); Robert Klanten del Gelstalten (DE) e Matylda Krzyowski del Depot Basel (CH). La giuria, il 13 maggio a Kortrijk in Belgio, ha selezionato complessivamente 20 vincitori tra cui il primo premio.

La giuria era particolarmente interessata a esplorare l’impatto delle nuove tecnologie e dei materiali sul prodotto di design e quanto queste ricerche influenzino i designer e trasformino il loro lavoro. Alcuni pezzi sono stati descritti come “estremamente poetici” sebbene la giuria abbia sottolineato come altri fossero bisognosi di ulteriori studi.

Il primo premio, del valore di 2.500 €, è stato assegnato all’unanimità al tavolo Keystones del duo italo-giapponese Minale Maeda, di Rotterdam (NL). Lo straordinario tavolo usa un singolo componente, realizzato in stampa 3D, per unire tutte le parti che lo compongono.La categoria Objects degli Interieur Awards – 240 iscrizioni da 32 paesi – è stata valutata da una giuria internazionale: Rolf Hay di Hay (DK); Lina Kanafani del Mint (UK); Robert Klanten del Gelstalten (DE) e Matylda Krzyowski del Depot Basel (CH). La giuria, il 13 maggio a Kortrijk in Belgio, ha selezionato  complessivamente 20 vincitori tra cui il primo premio.

La giuria era particolarmente interessata a esplorare l’impatto delle nuove tecnologie e dei materiali sul prodotto di design e quanto queste ricerche influenzino i designer e trasformino il loro lavoro. Alcuni pezzi sono stati descritti come “estremamente poetici” sebbene la giuria abbia sottolineato come altri fossero bisognosi di ulteriori studi.

Il primo premio, del valore di 2.500 €, è stato assegnato all’unanimità al tavolo Keystones del duo italo-giapponese Minale Maeda, di Rotterdam (NL). Lo straordinario tavolo usa un singolo componente, realizzato in stampa 3D, per unire tutte le  parti che lo compongono.

Rolf Hay ha commentato: “ Per la prima volta, per me come costruttore, la stampa digitale,  in questo contesto, assume valore in quanto capace di assemblare tutte le componenti di un prodotto in un modo intelligente e ingegnoso”.

I 20 vincitori selezionati sono stati invitati per un workshop al Domaine de Boisbuchet in Francia nel mese di agosto.
I prototipi che verranno realizzati saranno esposti a ottobre durante la Biennale Interieur  2014.
Matylda Krzykowski ha detto che “C’è un fine preciso per i designer in questo concorso”,  facendo così riferimento alla lunga storia del Premio e all’intento di Interieur di connettere i  designer vincitori alle figure chiave dell’industria del design.

Quest’anno Interieur ha raccolto il 40% di iscrizioni in più rispetto agli Awards del 2012.

I 20 vincitori selezionati

  •  24 Hrs Light, Lisa Muller & Franziska Schmidt (DE)
  •  All Wood Stool, Karoline Fesser (DE)
  • Atmos, Arturo Erbsman (FR)
  •  Current Table, Marjan van Aubel (UK)
  •  Dune carpets, Sarah Böttger & Hanna Emelie Ernsting (DE)
  •  Fantasia, Lapo Germasi (IT)
  •  Kawara Bench, Tsuyoshi Hayashi (NL)
  • Keystones, Mario Minale & Kuniko Maeda (NL)_Primo Premio
  •  Magnum, Patrycja Domanska & Felix Gieselmann (AT)
  •  Nested – Low metal table to multiply, Alice Viallet (FR)
  •  NomAd table, Jan Goderis (BE)
  •  Perimeter Shelf, Sarha Duquesne & Levi Dethier (BE)
  • Plug Light, Joyce de Grauw & Paul van den Berg (NL)
  •  Project Cooking Table, Moritz Putzier (DE)
  •  SALUT, Meike Langer (DE)
  • Svampe – A small table lamp, Alice Viallet (FR)
  •  The Phytophiler, Dossofiorito (IT)
  •  Triangle Ladder, Frits Kuitenbrouwer (BE)
  •  TUMBLE, Koen Devos (BE)
  •  WHY HIDING?, Dirk Ploos van Amstel (NL)