LA NUOVA CASA DI FONTANAARTE A MILANO

Pubblicato il 19 dicembre 2013 Di

Apre oggi il nuovo flagship store FontanaArte a Milano, nel centralissimo Corso Monforte: uno spazio caldo e accogliente, nel quale alle luci e agli oggetti del passato, nati dalla creatività di alcuni dei più grandi nomi del design e dell’architettura, si affiancano le lampade contemporanee dell’ultima collezione, frutto della collaborazione con una generazione di designer internazionali emergenti.
Gli arredi, il rivestimento del pavimento in vinilico tessile a base di materie prime rinnovabili, le pareti color pastello allestite con quadri provenienti dall’archivio storico di FontanaArte, sono gli elementi che contribuiscono a creare una dimensione raccolta e quasi privata, in un luogo che per definizione è pubblico, con un atteggiamento
progettuale inedito per un negozio di illuminazione.FontanaArte_Milan-Showroom_013
Le nicchie, che ospitano le lampade lungo le pareti laterali, sono disegnate con linee morbide affinché la luce si possa distribuire dolcemente.
Il richiamo all’opera di Gio Ponti – che assieme a Pietro Chiesa ha fondato FontanaArte nel 1932 – si coglie nella scelta di utilizzare pareti tessili, rivisitate in chiave attuale, che si aprono e si chiudono a seconda delle esigenze.
In occasione dell’apertura, le quattro luminose vetrine presentano due grandi totem, ispirati all’arte di Tony Cragg e Katharina Fritsch, che metaforicamente rappresentano i pilastri su cui poggia l’azienda. Il primo, formato da tante lampade Fontana e Uovo, rappresenta la storia: entrambe in vetro soffiato bianco satinato, sono due autentiche icone della produzione FontanaArte. Fontana, disegnata da Max Ingrand nel 1954 è l’abat-jour per eccellenza; Uovo, con la sua inconfondibile forma, nasce da uno schizzo recuperato dall’archivioFontanaArte_Milan-Showroom_002
storico dell’azienda nel 1972. Il secondo totem è una composizione di coloratissime Blom del giovane designer norvegese Andreas Engesvik e riflette il nuovo linguaggio internazionale.
Il flagship store, progettato dagli architetti Fabio Calvi e Paolo Brambilla, si propone come uno spazio che collega il passato e il futuro, sotto il segno della continuità, un luogo che interpreta la filosofia di FontanaArte: la vera luce di una casa bella.FontanaArte_Milan-Showroom_005