La seduta per ufficio Herman Miller Aeron

Pubblicato il 22 dicembre 2016 Di

Dalla nascita al rinnovamento di un mito

La nascita della seduta Herman Miller Aeron (o più semplicemente Aeron) è datata 1994. Nata per soddisfare le esigenze dei professionisti che cercavano, per il proprio ufficio, una sedia confortevole, capace di offrire buone prestazioni e che non fosse solamente un oggetto inanimato su cui stare seduti per ore e ore e capace di adattarsi al meglio all’interno di ogni ambiente in cui venisse collocata.

E’ così che nasce, dal lavoro dei due designer Bill Stumnpf e Don Chadwick, la seduta Aeron. E’ sicuramente un momento storico particolare, la metà degli anni Novanta, in cui la voglia di innovazione era grandissima.

Non a caso, la seduta Aeron, una volta presentata sul mercato, è stata subito vista come uno dei progetti più innovativi proposti fino a quel momento. Questo cambiamento veniva non soltanto dall’aver dato un occhio di riguardo all’ergonomicità, ma anche ai materiali che i designer utilizzarono per la sua realizzazione.

Già allora non venivano utilizzati la classica schiuma, i tessuti e le pelli e questo senza sacrificare minimamente il comfort. Il concetto di seduta da ufficio, da quel momento, cambia definitivamente. E’ il 2016 quando Aeron, dopo 22 anni di grande successo sul mercato, viene completamente rinnovata rivisitandone le caratteristiche migliorandole con le tecnologie del presente (molto cambiate dagli anni Novanta) per rispondere al meglio alle esigenze dei lavoratori dei tempi moderni.

L’unica cosa ad essere rimasta inalterata è la forma della seduta Aeron, classica e ormai segnale distintivo di questo prodotto.

herman-miller-aeron-chair

Prestazioni della Herman Miller Aeron

L’innovazione della Aeron per prestazioni al passo coi tempi

Le prestazioni della nuova seduta Aeron sono quelle che ci si attende in un periodo, come quello odierno, in cui il comfort e la stabilità si ottengono sfruttando il meglio della tecnologia disponibile.

La seduta Aeron non poteva sicuramente sfigurare in merito. Il grande aumento del suo livello prestazionale si deve essenzialmente a due elementi fondamentali che la costituiscono: il PostureFit SL e il Pellicle Z8. Il PostureFit Sl è tra i meccanismi di tilt più raffinati attualmente in commercio e serve per assecondare al massimo tutte le infinite posture che si possono assumere durante la giornata lavorativa.

Pellicle 8Z è una sospensione davvero innovativa che consente di spazzare via qualsiasi punto di pressione potesse in passato causare disagi. Vi sono 8 zone differenziate, da cui il nome 8Z, che consentono alla seduta Aeron di avvolgere chi vi è seduto migliorando notevolmente sia il comfort che l’ergonomicità.

Questo è possibile perché oggi, la sedia per ufficio Aeron è stata riprogettata dalla Herman Miller per offrire più rigidità ai bordi e maggiore morbidezza laddove la seduta stessa entra in contatto con il corpo.

Altro punto a favore che rende eccellenti le prestazioni della Aeron è la costante sensazione di freschezza che è capace di offrire. Non esistono più l’eccessivo calore ed il senso di umido stando seduti a lungo perché non esiste più l’impiego di schiuma e tessuti, materiali che trattenevano il calore corporeo restituendolo sotto forma di umidità.

herman-miller-1

Questo, adesso, invece si disperde attraverso la seduta e attraverso lo schienale per garantire una temperatura costante. Tramite il già citato sistema PostureFit SL sono presenti diversi cuscinetti che hanno il compito di stabilizzare l’osso sacro e sostenere le zone lombari in modo da mantenere anche da seduti quella che è la giusta postura, ovvero quella eretta.

Semplicissimo, poi, regolare la postura passando in un attimo dalla posizione più eretta a quella completamente reclinata. Per farlo è sufficiente ruotare una piccola manopola posta sui lati della seduta.

Attualmente, la seduta Aeron, con tutti i suoi vantaggi ed il suo comfort, è in offerta su offique.it.

Design e materiali della seduta Aeron

L’innovazione che parte dal design e dai materiali utilizzati

Con il lavoro dei due designer Stumpf e Chadwick, si è dimostrato come una sedia da ufficio non debba servire solo per sedersi ma deve rappresentare, invece, una vera e propria risorsa per chi si trova ad utilizzarla. Il design della seduta Aeron riesce a favorire qualsiasi postura senza mai andare a sacrificare il comfort, elemento indispensabile specialmente quando si sta seduti per molte ore al giorno.

Quindi, qualunque tipologia di esigenza rimane indubbiamente soddisfatta. Ed è questa, forse, la missione principale che si sono prefissati i designer, nel creare un prodotto che offrisse il massimo sotto il piano delle prestazioni ad un numero di utenti sempre maggiore. La seduta Aeron è caratterizzata da quello che viene chiamato design inclusivo. Non esistono assolutamente delle dimensioni universali, ma sono ben 3 differenti.

In questo modo la sedia Aeron di Herman Miller si adatta all’utente in modo inclusivo e non esclusivo e garantisce i medesimi livelli di comfort a tutti, indipendentemente dalla propria conformazione fisica.

Prima di giungere alla realizzazione della seduta Aeron completamente rinnovata, si sono fatti numerosissimi test attraverso i quali si è giunti a 3 diverse tipologie di materiale. La Graphite contraddistingue la Aeron moderna, dal colore più scuro. Carbon è contraddistinto da maggiore neutralità per cui si sposa bene sia con un ambiente caldo che con uno freddo. Mineral, infine, è più chiaro ed è prevalentemente adatto per gli ambienti arredati con uno stile più moderno.

Le finiture della seduta Aeron sono realizzate in alluminio satinato per una maggiore eleganza e sofisticatezza. Tutto è fatto per una maggiore e perfetta armonia dell’insieme, per cui oggi il modello Aeron si colloca tra le sedute più apprezzate all’interno del mercato dedicato agli arredi da ufficio.