L’architetto Vittorio Gregotti presenta a Padova i suoi ultimi scritti

Pubblicato il 10 ottobre 2013 Di

Architetto, saggista e docente universitario,Vittorio Gregotti, classe 1927, sarà a Padova venerdì 11 ottobre alle ore 19 per presentare le sue ultime fatiche letterarie: Il sublime al tempo del contemporaneo, un invito ad opporsi a qualsiasi disgiunzione dell’architettura dalla politica e dalla storia, per attuare una critica positiva della realtà, e Architettura e postmetropoli, una riflessione sul contributo dell’architettura nelle megalopoli ai tempi della globalizzazione. Entrambi i volumi sono editi da Einaudi.

Vittorio Gregotti è uno stimato professionista conosciuto a livello internazionale, fautore di imponenti progetti in Italia e all’estero, dal Centro culturale di Belém a Lisbona allo stadio Ferraris di Genova. E’ stato caporedattore di Casabella-Continuità, direttore di Casabella, Edilizia Moderna e Rassegna. Ha curato la rubrica di architettura di Panorama, ha collaborato con il Corriere della Sera e Repubblica.

La serata si inserisce all’interno della manifestazione Padova 2013 architettura, organizzata dall’Associazione culturale Di Architettura all’interno di Palazzo della Gran Guardia in Piazza dei Signori.

Gli altri ospiti della serata sono Armando Massarenti, direttore dell’inserto culturale Domenica de Il Sole 24 Ore, Luca Illeterati, professore ordinario di filosofia teoretica all’Università di Padova e vicepresidente della Società italiana di filosofia teoretica e di Filiberto Zovico, amministratore unico di Nordesteuropa Editore e promotore della canditura di Venezia a Capitale europea della cultura.

Armando Massarenti per la prima volta porta a Padova IlManifesto della cultura, un percorso in cinque punti stilato per dare alla produzione culturale un ruolo centrale all’interno del modello di crescita del nostro paese.

Il Manifesto ha ricevuto migliaia di adesioni, prima fra tutti quella del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ed è stato al centro degli ‘Stati generali della cultura’, evento organizzato a novembre 2012 da Il Sole 24 Ore per creare un momento di confronto e approfondimento sullo stato della cultura e dell’arte in Italia.

In quella occasione Massarenti ha dichiarato: “Oggi dobbiamo avere l’umiltà di ricominciare da capo, di ripensare i saperi e le competenze, acquisire piuttosto la consapevolezza di essere degli analfabeti seduti sopra un tesoro, sempre di più privi di quegli strumenti di base che ci permetterebbero non solo di capire, ma anche di far fruttare i formidabili talenti che ci circondano.”

Modera la serata il giornalista de Il giornale dell’architettura Julian Adda.