L’interazione tra funzionalità ed estetica

Pubblicato il 2 novembre 2013 Di

La serie Tablo popolare, progettato da danese Nicholai Wiig Hansen, ora ampliata con una versione quadrata e rettangolare. L’essenza del tavolo Tablo è l’interazione tra due materiali con aspetti profondamente diversi, ma che assieme creano un design dallo stile pulito ed attraente.Con il bordo appuntito e raffinato e l’aspetto rigoroso, il piano del tavolino armonizza bene con le gambe laccate e conferisce al tavolino un aspetto pulito e minimalista.
Il nome Tablo si riferisce alla parola inglese ”table” e a quella francese ”tableau”, che richiama una rappresentazione scenica. Per Nicholai Wiig Hansen è determinante che funzionalità, materiali ed estetica si fondano per creare un’unità più elevata. Il design deve essere di facile utilizzo e soddisfare un bisogno di base senza scendere a
compromessi con l’aspetto visivo. È quindi parte della funzionalità il fatto che il montaggio di Tablo è facile e rapido, senza bisogno di viti.
Normann Copenhagen ci dice: ”Desideravamo conferire una nuova dimensione alla serie, ed era quindi evidente partire dalla forma. L’aspetto semplice ma sofisticato del tavolino è sempre lo stesso, ma i tavoli quadrati permettono tutta una serie di combinazioni e di arredamento che ci faceva piacere proporre ai nostri clienti.”
Le nuove varianti quadrate e rettangolari sono disponibili in nero e bianco, con quattro gambe in frassino. Stano bene da soli, combinati tra loro o assieme a tavolini rotondi, per un gioco di contrasti. Grazie all’interpretazione della forma semplice, Tablo si adatta alla maggior parte degli arredamenti.