A Mestre – Venezia IMG Cinemas: il nuovo multisala dal design avveniristico

Pubblicato il 28 dicembre 2013 Di

L’IMG Cinemas è un multiplex avveniristico, primo progetto in Italia, per il design, l’architettura, la concezione degli spazi e l’utilizzo di un nuovo sistema di proiezione laser e di un sistema sonoro multimediale Dolby Atmos per vivere l’emozione del grande cinema. Ha aperto nel cuore di Mestre – Venezia, il nuovo multiplex per iniziativa del gruppo Furlan, eprogettato dall’Architetto mestrino Giovanni Caprioglio e valorizzato, nella parte esterna, dal genio e dalla creatività del Maestro Luigi Gardenal.Biglietteria

ll multiplex si sviluppa in due livelli di sale attraverso un sistema di scale mobili e ascensori; le sale utilizzano per la prima volta la tecnologia di proiezione laser che garantisce un’illuminazione dell’immagine mai raggiunta prima e un innovativo sistema di diffusione audio, il Dolby ATMOS, che amplia i canali di distribuzione dai tradizionali 6 fino a 64, conferendo all’ambiente una reale multidimensionalità sonora.
“Nella realizzazione della struttura – spiega l’architetto Caprioglio – mi sono ispirato al mondo del cinema”. La poetica ideativa del multiplex IMG, infatti, si rifà all’intuizione del cinema: trasformare la luce in immagini. Il progetto esprime in tutte le sue articolazioni la ricerca della luce: dalla hall con una struttura d’acciaio e materiali trasparenti, all’ampio sviluppo della parte cinema. Il grande involucro esterno realizzato in tessuto tensoteso, di tecnologia innovativa, costituisce la pelle luminosa del volume che contiene le sale e i percorsi orizzontali e verticali di accesso. La parte esterna del fabbricato è rivestita da un grande telo, di 10 metri di larghezza per 18 metri di altezza, sul quale saranno proiettate luci colorate.

Sala_particolare

Sala_particolare2

 

“E’ la metafora del cinema – continua l’architetto Caprioglio – che si espande all’esterno e alla città”.
Ritmo, proporzione, creazione di una ripartizione degli spazi tali da creare un progetto di continuità: sono questi gli elementi che hanno ispirato il noto architetto di Mestre nella realizzazione di questo ambizioso progetto di riqualificazione di uno dei più importanti luoghi della città . L’idea di fondo è la creazione di un luogo che identifichi l’identità contemporanea di Mestre, collegandola però in maniera unica e imprescindibile a Venezia, senza rinchiuderlo in un contesto schematizzato ma lasciando libero spazio all’arte e alla fantasia del pubblico che vive questo spazio. Ecco allora che la nuova Piazza, rinnovata nell’immagine, attraverso l’intervento artistico del Maestro Gardenal, rappresenta uno degli esempi più originali e suggestivi in Italia di public art. La pavimentazione della piazza esterna al Multiplex IMG Cinemas, progettata dal Maestro Gardenal, è formata da una vasta composizione di tessere-pixel multimateriche. Questa vibrazione di elementi compositivi crea un’immagine del rapporto tra uomo e ambiente, ideata come un’immensa mappa immaginaria, capace di alludere alla dialettica tra la laguna, la terraferma e i suoi corsi d’acqua. La gamma di colori e consistenze dei graniti e dei marmi, provenienti da tutto il mondo, consente di osservare un autentico inventario della storia naturale. I coloratissimi smalti di vetro si dispongono come elementi di luce ad animare la composizione con ritmi più accesi e liquidi. Prevalgono le note di azzurro, di rosso, di giallo oro.

La pavimentazione si estende per 1.800 metri quadri per irrompere, sia all’interno della parte inziale del cinema che del ristorante, creando un’idea di continuità tra spazi interni ed esterni. In questo modo l’intervento valorizza Piazza Candiani trasformandola in luogo un vitale, artistico aperto alla città ed ai cittadini.
Il progetto dell’Architetto Caprioglio, ridà dignità a tutte le componenti preesistenti irrisolte: un nuovo organismo che conclude l’evoluzione del Centro Culturale Candiani avviato alla fine degli anni 80 e si pone in continuità col sistema degli spazi teatrali e museali cittadini, in via di ridefinizione. Esso si delinea in più interventi coesistenti: il completamento del Centro Culturale con l’addizione volumetrica di una grande hall al piano terreno con box office, caffetteria e bookshop, l’edificazione della multisala cinematografica IMG Cinemas ad integrazione del Centro stesso, composta da sei sale con una capienza di circa 1.200 posti a sedere, la sequenza dei nuovi bar e ristoranti nei volumi che delimitano linearmente l’ala ovest del Centro Culturale, l’arricchimento del parco posteriore di Via Manin con la costruzione della passerella che attraversa il fiume Marzenego e il percorso ciclo-pedonale tra lo spazio piantumato di nuove essenze arboree.

TOS_1483La nuova hall di oltre 1.000 metri quadrati, concepita come una serra a sezioni variabili, esprime l’intenzione di mantenere il senso della grande cavità, pensata come una piazza coperta, del progetto originario degli Architetti Cappai e Mainardis, e nel contempo costituisce una grande bolla luminosa dove trova posto un’articolata animazione mediatica dedicata alla comunicazione degli eventi cinematografici della multisala e del Centro Culturale.Piano_Terra