MORELATO c/o il nhow Milano un “temporary shop senza tempo”

Pubblicato il 12 agosto 2014 Di

 

Morelato stringe una partnership con il prestigioso nhow Milano, che diventa luogo espositivo per l’azienda fornendo gli arredi per lo spazio meeting point a fianco della reception nella hall della struttura.

Il nhow Milano già location d’eccellenza, scelta dall’azienda e dalla propria Fondazione Aldo Morelato per le ultime edizioni del Fuori Salone, dal mese di luglio ha un nuovo allestimento al piano terra. MORELATO espone infatti i propri mobili presso l’area meeting point. La selezione di mobili verrà rinnovata ogni due mesi e sarà protagonista della zona d’ingresso dell’Hotel.

 

Per il lancio della collaborazione l’azienda veronese ha optato per alcuni pezzi “forti” e di grande impatto scenico: credenza e tavolo della collezione Patchwork con sedie Servetta, tutti disegnati dall’Architetto Maurizio Duranti, e la libreria Errante dell’artista Michele Manzini, novità presentata al Salone del Mobile 2014. Quest’ultima coniuga l’arte e il design, l’opera nacque infatti per un’esposizione alla Biennale 2013 come “maxi sedia” per poi trasformarsi in una libreria unica ed esclusiva.

MORELATO rappresenta la storia in evoluzione, la tradizione ebanista cuore dell’eccellenza italiana che tutto il mondo apprezza. Il nhow Milano è un concetto di ospitalità d’avanguardia, una nuova visione di accoglienza, caratterizzato da spazi colorati, stili distintivi, un mix ottimale di fashion e design.

L’unione delle due realtà rappresenta una grande opportunità e un punto di forza per entrambe. Da una parte, grazie all’affluenza internazionale dell’hotel, l’azienda veronese avrà garantita la visibilità dei propri arredi esposti. Dall’altra il nhow Milano potrà soddisfare al meglio la propria clientela potendo offrire l’elevata qualità e il prestigio unico del brand MORELATO, specializzato nell’arredamento su misura e riconosciuto in tutto il mondo come garanzia di qualità e di uno stile artigianale.