Operæ 2013: designer italiani e internazionali

Pubblicato il 8 ottobre 2013 Di

Dall’11 al 13 ottobre 2013 giovani talenti del design internazionale così come progettisti affermati arrivano a Operæ per condividere saperi ed esperienze con designer, studenti, addetti ai lavori e pubblico nell’ambito di un ricco programma di workshop.

Il festival dedicato al design indipendente e autoprodotto che quest’anno si svolge all’interno dei Cantieri OGR di Torino affianca alla carrellata di designer espositori anche un ricco programma di incontri volti ad approfondire tecniche, esplorare prospettive, realizzare installazioni collettive o confrontarsi con i più interessanti designer emergenti.

Si inizia venerdì 11 Ottobre con Alvaro Catálan de Ocón che condurrà un workshop dedicato a ripercorrere le fasi di produzione della PET lamp, la collezione di lampade realizzate a partire dal riuso di bottiglie di plastica e presentata presso la Galleria Rossana Orlandi in occasione della Milano Design Week 2013. Nel corso dello stesso pomeriggio, Claude Marzotto e Marianna Merisi dirigono invece Paesaggi Pionieri, un laboratorio rivolto a intrecciare il mondo della botanica con procedimenti grafici ready-made e stampa su materiali inusuali.

Nella mattina di sabato 12 Ottobre è Studio Nucleo a invitare visitatori e addetti ai lavori a prendere parte al workshop Bee Society. I partecipanti dovranno presentarsi presso i Cantieri OGR con uno o più origami realizzati a partire dalle istruzioni scaricabili dal sito operae.biz per assistere in diretta all’assemblaggio e alla realizzazione di un’installazione che rimarrà esposta per tutta la durata della manifestazione.

Contemporaneamente, ventiquattro giovani designer avranno l’opportunità di discutere e mostrare il proprio portfolio ad alcuni dei nomi emergenti del design internazionale. Designers up Close è il titolo dello speciale incontro a cura di IN Residence: sei tavoli di confronto all’estremità dei quali i partecipanti troveranno altrettanti giovani talenti del design internazionale come Anton Alvarez, Hilda Hellstrom, Jean-Baptiste Fastrez, Maarten Lolk & Guus Kusters, Jon Stam e Giorgia Zanellato.

Nel corso del pomeriggio, un workshop di progettazione con Giulio Iacchetti Demode engeneered by Valcucine, conduce una selezione di designer in un percorso inedito e partecipato intitolato essenzialMente finalizzato a sperimentare insieme l’attività di togliere con saggezza, nell’ottica di perseguire gli obiettivi definiti nelle 8 R di Serge Latouche: rivalutare, ricontestualizzare, ristrutturare, rilocalizzare, ridistribuire, ridurre, riutilizzare, riciclare.

Nel pomeriggio del sabato è lo studio BCXSY composto dall’olandese Boaz Cohen e dalla giapponese Sayaka Yamamoto a coinvolgere gli addetti ai lavori in una lunga esplorazione attorno al tema dell’ispirazione e alle modalità con cui trasformare le proprie esperienze in creatività in occasione del workshop intitolato Random Access Memories.

Operae2013_Federica Bubani_Lella e bulella

Domenica 13 ottobre è il turno di Matteo Ragni che coinvolge grandi e piccini nel workshop Vieni a piedi, torna in macchina un paradossale invito a condividere in modo ludico una rinnovata cultura della sostenibilità. A partire dai kit inclusi in TobeUs, progetto ideato dallo stesso Matteo Ragni, le persone saranno invitate a progettare e realizzare la propria auto ideale utilizzando semplicemente pezzi di cartone, mini-assi di legno e piccole ruote finte.