Optical design, lo stand che si merita un selfie.

Pubblicato il 26 settembre 2014 Di

Nel primo giorno di fiera lo stand di SCANDOLA MARMI è stato il più fotografato del padiglione: chiamato Optical Oasis, tutto giocato su marmi in bianco e nero, è stato ideato da Manuel Barbieri per richiamare l’acqua, elemento naturale della manifestazione bolognese. Sagome di anfore e cactus così come di vasche, lavabi e specchi in marmo bianco di Carrara sottolineano l’eleganza minimalista di un bagno contemporaneo dove i pavimenti dalle linee geometriche optical giocano con gli accessori pensati per moderni ambienti dagli spazi contenuti.

Continua la collaborazione tra il giovane designer Manuel Barbieri e Scandola Marmi che, dopo avergli affidato l’art direction della sua prima collezione di oggettistica in marmo per la casa, che ha previsto il completo remake e il riposizionamento dell’azienda veronese, dalla brand image alla distribuzione, punta su una collezione innovativa di pavimenti e rivestimenti di design. Fino a venerdì a Cersaie vengono presentati in anteprima assoluta cinque diversi formati dove la posa e il contrasto cromatico determinano l’effetto estetico inusuale e di grande impatto.

Alla prima collezione di esordio di oggettistica in marmo si aggiungono inoltre le proposte per il bagno che arricchiscono l’offerta per la casa e l’ufficio. Disponibili in Marmo Bianco Carrara, Nero Marquina e Grigio Oriente, due set da bagno in marmo composti di accessori di dimensioni ridotte per consentirne l’appoggio anche sulle superfici più piccole come quelle degli hotel.

Tutti i pezzi sono stati studiati per essere funzionali, leggeri, pratici da spedire, nonostante il pregiato materiale, perchè pensati inizialmente per la vendita online su www.scandolamarmi.it e sul sito di e-commerce dedicato all’home design www.lovethesign.com. Ma grazie al successo immediato la collezione è oggi al Design Supermarket della Rinascente di Milano e da Barneys New York, Llot Llov a Berlino, Fleux a Parigi e Manifesto a Panama. Il risultato è stato raggiunto grazie ad una famiglia di imprenditori illuminati che si sono resi disponibili a dare una scossa, in chiave di design, all’azienda e ad investire energie e denaro in un progetto animato solo da giovani professionisti “under 25” che si sono occupati oltre che del design, del completo remake e riposizionamento di Scandola Marmi, dalla brand image alla distribuzione