Paris mon amour: idee per un appartamento parigino

Pubblicato il 19 gennaio 2017 Di

L’inizio del nuovo anno coincide con primi appuntamenti importanti per gli appassionati di design. Tra questi “rendez-vous” vi è alla fine del mese di gennaio, Maison&objet, la fiera che si svolge nel Parc de Villepinte. Volando con la mente nella capitale transalpina pensiamo alle luci della città, i boulevard i battelli sulla Senna e i negozi sugli Champ Elysee e ci siamo chiesti: come sarebbe il nostro appartamento parigino? Abbiamo disegnato una risposta a questa domanda, scegliendo tra le proposte di Tanini Home. Segui la selezione, molte delle proposte che abbiamo scelto sono a saldo!

Immaginiamo una zona giorno open space e cominciando dal pavimento ci immaginiamo un Rivestimento in Gres effetto legno come French Woods Larch di Irisceramica. Su questo pavimento si posano gli arredi a cominciare dal divano MUNICH SOFA a due posti di Classicon. Progettato nel 2010 da Sauerbruch Hutton con Telaio in legno massello e rivestimento in pelle.

 

Arreda con classe, eleganza e sobrietà la casa parigina anche Rest il Daybed di Ex.t che si propone come la seduta in più. Un chiaro riferimento all’estetica Bauhaus che ripercorre e caratterizza un po tutto lo stile di questa selezione.

rest-daybed-b

Necessario un tocco di colore.

Scegliamo di aggiungerlo con una proposta scintillante come Bell Coffee Table di Classicon. Disegnato dal designer tedesco Sebastian Herkner, qualche anno fà è già un intramontabile. Leggero, elegante e prezioso il tavolino unisce e inverte i materiali avendo la base in vetro soffiato e telaio superiore in metallo con piano tondo di cristallo verniciato .

bell-coffee-table-montana-blue-2f9dc103

 

Immancabile un classico del design. Per questo la scelta cade su Butterfly Stool di Vitra. Un pezzo scultoreo, Butterfly Stool di Sori Yanagi è disponibile in due dimensioni, anche con cuscino. Quando si arreda, dopo i mobili arrivano gli accessori a dare carattere. Ecco che cominciamo personalizzando le pareti, ad esempio con uno specchio come Adnet Circulaire di Gubi. Perfetto nella casa di Parigi, lo specchio Adnet è stato disegnato da Jacques Adnet, un architetto e designer francese del XX secolo. Questo specchio rotondo è circondato da cinghie di cuoio italiano di alta qualità, assemblate tra loro da cerniere in ottone come cinture. La cinghia permette di appendere lo specchio.

 

Un tocco di romanticismo non può mancare a Parigi, ecco perchè ci sarà questo poster illustrato di What We Do. Soggetto di Faunascape, un coniglio stampato su Cyclus Offset.

rabbit-1 (1)

Non dimentichiamoci dei punti luce. A sospensione, la scelta cade sulle forme essenziali geometriche di BELL LIGHT di Classicon. Belle in serie o in versione singola queste lampade hanno il diffusore in tre varianti di forma, disponibili in tessuto o nella versione a rete metallica color rame. Altro punto luce necessario è quello da tavolo ed in tal caso la scelta è Peek Table Lamp di Menu. Eleganza minimal e di design, una lampada da tavolo orientabile in acciaio.

Nella zona pranzo in cui si immagina le piastrelle della collezione Novecento di Made a Mano, ancora sedute con rivestimento in pelle e una forma organica.

download (3)

Per questo è stata scelta Masculo Lounge Chair di Gubi, sedia in acciaio verniciato a polvere in colore nero con il sedile e lo schienale rivestiti, firmata da GamFratesi. Perfetta in una zona pranzo, dove potrebbe ulteriormente arricchire lo spazio un pavimento di grande effetto con le piastrelle Empire Sabbia di Bisazza.

Un tema geometrico che si ispira alle tradizionali piastrelle in cemento, presenti nelle eleganti dimore borghesi e nei grandi palazzi della seconda metà dell’Ottocento e dei primi Novecento. Ecco il nostro appartamento di Parigi..

In una parola Tres chic!