Bonaldo e l’elogio della complessità

Pubblicato il 18 aprile 2012 Di

È questa la filosofia con cui Bonaldo arriva al Salone del Mobile 2012, l’idea secondo la quale siano solo i pensieri complessi a poter produrre rigorosa semplicità. E questo è, infatti, il pensiero che orienta la ricerca e guida il progetto: i prodotti esposti al Salone del Mobile 2012 da Bonaldo si esprimono attraverso la diversità dei materiali abbinati, come legno e cemento, o lamiera e cemento, oppure ancora grazie all’articolazione di colori e l’interpretazione modulare delle aree di gusto. La complessità dei molteplici elementi e dei diversi materiali, però, si compone in una struttura così armonica e lineare da rendere il tutto estremamente semplice.

 

È il caso, ad esempio, del letto Amos, morbido e accogliente grazie all’imbottitura di cui sono costituite la base e la testiera, dove è possibile scegliere tra l’eleganza della pelle e la praticità del tessuto sfoderabile. L’elemento estetico qui dominante è il bordino in tessuto che definisce l’intero perimetro del letto: può essere personalizzato nel colore per creare abbinamenti o contrasti con il rivestimento del letto, a seconda del proprio stile.

 

Per la creazione di un’atmosfera elegante e ovattata c’è anche Aura, piano d’appoggio e fonte luminosa, perfetto per il centro stanza ma anche per un angolo originale della stanza; Aura viene proposto in particolare nella versione in bianco, con luce LED integrata per sviluppare una sensazione davvero suggestiva.

La semplicità di Bonaldo al Salone del Mobile passa anche per un elemento funzionale quale Sunrise, una madia a sviluppo orizzontale con un pratico vano inferiore a giorno: la sua bellezza è nella leggerezza del disegno, nella praticità di un eventuale ripiano aggiuntivo ma anche nei LED integrati per la creazione di un punto luce soft ed emozionante.

Queste sono solo alcune delle nuove proposte che potrete vedere esposte al Salone del Mobile 2012: per ammirarle tutte Bonaldo vi aspetta al Padiglione 7, Stand F23 F33.