Il tappeto: un acquisto consapevole e su misura

Pubblicato il 31 luglio 2017 Di

Tra le tendenze arredo degli ultimi anni ci sono i tappeti.  Ve ne abbiamo parlato molto spesso quali soluzioni d’arredo per personalizzare gli spazi e aggiungere quel calore domestico che spesso si richiede alla nostra casa. La cultura del tappeto ha origine in Oriente ed è molto antica, ci rimanda al V – VI secolo.   Il tappeto orientale ha una sua specificità che cambia a seconda dei luoghi. Determinate caratteristiche ci consentono di capire luogo d’origine e  l’età del tappeto. Parlando di tappeti ci siamo imbattuti in un progetto che fa la differenza. Si tratta di Sukhi, un’impresa sociale produttrice di tappeti fatti a mano acquistabili online.

I tappeti di Sukhi  vengono realizzati solo quando sono ordinati e ciò permette un’ampia personalizzazione dei prodotti. Sukhi, che significa  “felice”, propone tappeti di qualità, realizzati in diversi luoghi del mondo da artigiani locali, ed è possibile acquistare un bel tappeto sapendo, allo stesso tempo, che l’artigiano che lo fa viene trattato in modo equo.

Tutto questo ci rende consapevoli  dell’importanza nel conoscere il lavoro che sta dietro alla creazione di un tappeto.

E’ così che nello store online si possono scegliere una infinita varietà di prodotti di grande qualità, scegliendo tra tappeti dell’India, i tappeti del  Marocco, i tappeti del Nepal o quelli della Turchia. Per  ognuno, ci sono processi di lavorazione particolari e molto dettagliati.

Come abbiamo detto, per ogni luogo ci sono tradizioni diverse. Ecco quindi che quando si parla di tappeti dall’India si tratta di tappeti di lana e feltro che possono essere di feltro tagliato o lana feltrata. Tappeti realizzati da artigiani del luogo che annodano a mano i fogli di feltro fatti con la lana della Nuova Zelanda, seguendo  un processo sofisticato. Per i tappeti vengono scelti i migliori filati di lana naturale che  esaltano la ricca trama del tappeto.

Dall’India anche  i tappeti di  lana annodata o  i tappeti di pietra, realizzati con la lana  più morbida e pregiata della Nuova Zelanda, morbidi e caldi nei toni di grigio, marrone e bianco.

Dal Marocco Sukhi propone i tappeti Beni Ourain, ossia  i tradizionali tappeti berberi che venivano fatti dalle tribù Beni Ourain che vivevano in Marocco, nelle montagne dell’Atlante.  Caratterizzati da disegni geometrici, questi prodotti, sono costituiti da 100% lana di pecora e  non sono tinti. Linee e forme marrone scuro si stagliano su uno sfondo bianco o crema disegnano  simboli che raccontano le storie vere della vita di ogni tessitore.

 

Del Marocco arrivano anche i tappeti delle pecore speciali  che pascolano per le aspre montagne del Medio Atlante in Marocco. Sono pecore più piccole di una razza antica, che producono lana di alta qualità.

Di solito sono le donne dei luoghi  a tessere questi tappeti. Nei disegni, utilizzano la loro creatività per  raccontare elementi della loro vita quotidiana: nascita, fertilità,  natura e femminilità sono i temi. Originari del Nepal,  i tappeti  di palline di feltro. Anche questi tappeti che trovate su Sukhi sono fatti a mano e sono composti da migliaia di palline di feltro. Il materiale utilizzato in questi tappeti è lana 100%. importata dalla Nuova Zelanda.

 

 

Dalla Turchia dove c’è una tradizione della tessitura profondamente radicata arrivano invece i tappeti  patchwork realizzati con dei pezzi diversi cuciti insieme. Il risultato finale è sempre un’opera d’arte veramente unica. Come i tappeti  patchwork sovratinti,  cioè tinti due volte, il che dà loro tanto colore e grande fascino.

Sono fatti in Turchia da delle abili artigiane che li annodano a mano, un processo che li rende molto resistenti.

Poi ci sono i patchwork kilim molto antichi, che vengono annodati su telai. sono realizzati metà in pelo di capra e per metà in cotone proposti di 5 colori accattivanti.

I patchwork caput partono invece da kilim a tinta unita e utilizzano peli di capra neri. Questa combinazione viene poi intrecciata con la lana. Il risultato finale è un tappeto a righe con un look molto naturale e delicato.

Infine ci sono i patchwork di canapa, fatti con canapa naturale 100%, uno dei materiali più durevoli in natura.

Ognuno di questi  tappeto è tessuto a mano, con incongruenze che risultano assolutamente affascinanti e originali. I tappeti di Sukhi promuovono l’impiego esclusivo di pratiche di commercio equo e solidale. I prodotti sono acquistati  direttamente dai produttori ciò  garantisce agli artigiani una migliore remunerazione per il loro lavoro e al cliente finale un prezzo d’acquisto competitivo, perché si eliminano i costi di stoccaggio e gli  intermediari.

 

 

 

Realtà come questa ci fanno comprendere quanto sia importante conoscere il prodotto che acquistiamo.

Sapere che c’è una realtà come questa dietro  la realizzazione di un prodotto  che farà bella la casa,  renderà ancora più bella la tua scelta.

  • Fiorella Sukhi

    Grazie per l’ottima presentazione! Un saluto dal team di Sukhi