Vaselli-Spirito Pietra: realizzazioni e lavorazioni custom made per piscine e spazi open air, al fianco di architetti e progettisti

Pubblicato il 14 luglio 2014 Di

 

Ogni progetto Vaselli-Spirito Pietra è un percorso dove la pietra rappresenta sia il punto di partenza che il punto di arrivo e un’idea può assumere attraverso essa molteplici forme: elementi d’arredo per interni, piscine, camini, pavimenti, rivestimenti, sculture o forme astratte.

Vaselli-Spirito Pietra da tempo è il partner ideale di architetti e progettisti, scultori e committenti privati: per ciascuno di loro infatti sceglie attentamente i materiali da utilizzare, perchè conosce i segreti e le caratteristiche intrinseche della pietra e applica la massima cura nelle lavorazioni, offrendo il proprio supporto nella creazione di opere uniche.

IMG_0004

Questi elementi si ritrovano anche in una serie di progetti dedicati a piscine e giardini dove il team Vaselli ha lavorato fianco a fianco di architetti e imprese. È il caso del progetto per una piscina circolare, immersa fra le colline toscane, in provincia di Arezzo.

La necessità di collocare la piscina nell’unico spazio disponibile ha portato alla scelta della particolare forma e ha visto il progetto adattarsi e perfettamente integrarsi con la natura e con il paesaggio.

Per i rivestimenti, per la scala inserita nella parte finale della piscina e per la seduta perimetrale è stato scelto il travertino Becagli, lavorato nel laboratorio di Vaselli a Rapolano Terme, dove ha sede l’azienda. Si tratta di una pietra autoctona che dai tempi degli Etruschi si estrae dalle vicine cave e che Vaselli, grazie al sapere artigiano tramandato di generazione in generazione, abilmente lavora.

Per il progetto in questione, particolare attenzione è stata posta nei confronti delle diverse tipologie di finitura superficiali, sia per la parte interna ed esterna all’acqua della piscina.

“La parte esterna, che coinvolge la seduta e la pavimentazione posta all’ingresso della vasca, è stata lavorata con una martellatura e una successiva patinatura, senza stuccare la porosità del travertino. In questo modo, la superficie mantiene un aspetto naturale, viene resa antiscivolo e allo stesso tempo è gradevole a contatto con il corpo”- dice Danilo Vaselli, che insieme ai fratelli Cinzia e David guida l’azienda – “Inoltre, tutti gli spigoli sono stati arrotondati in modo leggermente irregolare permettendo di valorizzare la sagomatura di ciascun concio ed enfatizzando i giunti”.

La pietra istallata all’interno della piscina, con cui sono stati realizzati pavimentazione e scalini, è stata lavorata con una patinatura della superficie e successiva stuccatura che l’ha resa piacevole al contatto, antiscivolo e allo stesso tempo pulibile e funzionale per l’utilizzo richiesto.

“Il travertino Becagli oltre ad essere resistente agli agenti atmosferici e quindi adatto ad essere utilizzato all’esterno – prosegue Danilo Vaselli – possiede caratteristiche cromaticheche lo rendono unico e diverso da ogni altro travertino”.

Segue 1/2

Venature, variazioni cromatiche, pieni e vuoti rappresentano infatti l’imponente e il millenario lavoro della natura sulla pietra che, successivamente, nei prodotti e nelle lavorazioni firmate Vaselli vengono valorizzati al massimo.

La nostra produzione è prevalentemente proiettata al “su misura”– conclude Vaselli – con prodotti personalizzati che sono il risultato di processi di lavorazione tecnologicamente avanzati, ma successivamente sottoposti ad un alto livello di finitura manuale che solo mani guidate da una grande capacità artigianale possono fare”.

Tutti gli elementi lapidei utilizzati per questo progetto, sagomati curvi su disegno, sono stati completati nel laboratorio di Rapolano, tagliati con macchine a controllo e numerati. Questo ha garantito che i pezzi ottenuti avessero dimensioni precise e che la posa finale in opera fosse facilitata e veloce.