Venerdì 25 ottobre a Parma il presidente Roberto Snaidero parlerà di tutela della proprietà intellettuale nel settore dell’arredo

Pubblicato il 24 ottobre 2013 Di

ANcora una volta il lavoro di squadra ha contribuito in maniera fondamentale a trovare soluzioni concrete a problemi reali”, commenta il presidente di FederlegnoArredo, Roberto Snaidero, al termine della votazione favorevole (27 voti a favore, 7 contrari) da parte della Commissione Mercato interno e tutela del consumatore del Parlamento europeo sulla proposta di Regolamento “Sicurezza dei prodotti” contenente l’obbligo di indicazione di origine dei prodotti destinati al consumatore.

“La nostra federazione si è impegnata sin dalle prime battute del dibattito affinché si arrivasse alla creazione di uno strumento legislativo in grado di tutelare finalmente le aziende italiane”, aggiunge Snaidero sottolineando che tale primo, importante passo è stato raggiunto grazie alla sinergia tra FederlegnoArredo, parlamentari di più schieramenti, associazioni di categoria e con il contributo fondamentale di Confindustria e del vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani.

“La tutela delle imprese italiane del legnoarredo è una delle priorità della federazione e ci batteremo in tutte le sedi per far si che il made in Italy possa sfruttare appieno le proprie potenzialità grazie ad azioni efficaci di contrasto all’illegalità”, aggiunge Snaidero.

Di tutela si parlerà il prossimo venerdì 25 ottobre dalle 9.30 all’Università degli Studi di Parma (via Università 12), dove il presidente di FederlegnoArredo interverrà alla tredicesima edizione del Convegno Nazionale di Diritto Industriale, quest’anno dedicato alla tutela della proprietà intellettuale nel settore dell’arredo, con focus sulla Cina