Versus, la cappa senza comandi progettata da Samuel Codegoni per Faber

Pubblicato il 3 ottobre 2014 Di

Una nuova interazione con le persone e con lo spazio. Versus di Faber, progettata da Samuel Codegoni – designer e docente del Politecnico di Milano – si basa sull’intuizione di utilizzare come comandi i movimenti di senso opposto impressi con la mano all’elemento frontale del corpo cappa. Gesti semplici e rituali, che permettono alla tecnologia di sviluppare un’interfaccia intuitiva, in grado di coinvolgere direttamente chi vive la cucina e lavora ai fornelli.
La cucina è infatti un ambiente profondamente tecnico, ma è altrettanto vero che è il luogo domestico per eccellenza, con una forte dimensione vitale, legata alla preparazione dei cibi e al piacere della loro condivisione. È lo spazio dove le azioni quotidiane si trasformano in rituali, in cui il gusto è depositario di memorie e sinonimo di convivialità.Photo6_ 027
In Versus, sono proprio le azioni più semplici ad avviare la cappa: quando il pannello frontale viene tirato verso l’esterno, l’elettrodomestico si accende e incrementa progressivamente la  sua velocità, fino alla massima apertura. Spinto nell’altro senso, il pannello diminuisce invece la  funzione aspirante della cappa fino alla sua completa chiusura, che libera l’area fuochi.
Questi movimenti dinamici di apertura e chiusura partecipano così alla quotidiana cerimonia di preparazione dei pasti, mettendo la tecnologia al servizio dei processi di vita. “Il punto di partenza di Versus è stato l’aspetto funzionale, – spiega Samuel Codegoni – la ricerca di una soluzione design-oriented che facilitasse le persone alle prese con i fornelli. Proprio in questo modo, concentrandoci sui gesti, è nata una cappa con un’interfaccia innovativa e che nel suo aspetto rituale include la dimensione culturale ed emotiva legata alla cucina”.