WineTag vince la prima edizione di LaserMaker

Pubblicato il 10 settembre 2015 Di

Simone Nannetti con il progetto WineTag è il vincitore di LaserMaker , il contest di product design promosso da  Trotec Laser , in collaborazione con l’ecommerce MakeTank  e la mostra internazionale di design autoprodotto Source . Concepito partendo dall’immagine di una macchia di vino, WineTag è un originale e pratico segna-bicchiere realizzato in laminato plastico tagliato al laser e personalizzato con il logo della mostra fiorentina che, per la prima volta, in occasione della sua terza edizione (in programma 10 al 20 settembre), potrà contare su un gadget ufficiale.

Un’idea che nasce, come racconta il designer trentacinquenne Simone Nannetti di Torino, “dall’osservare come spesso, in occasione di aperitivi tra amici o eventi di lavoro, non fossi l’unico a vagare alla ricerca del  proprio bicchiere appoggiato chissà dove. E così ho pensato a un sistema facile per riconoscerlo: una macchia di vino su un tavolo. Una macchia provvidenziale, per una volta!”. Questa vittoria cosa rappresenta per te? “Un segno. Il mio percorso formativo è piuttosto versatile, sia per circostanze di vita sia per i miei molteplici interessi. Di recente sono diventato trainer autorizzato Rhinoceros e ho affinato le mie competenze in renderizzazione e 3D Max. Vincere questo concorso mi ha fatto pensare che la strada che ho intrapreso va nella giusta direzione”. Prossime sfide a cui intendi dedicarti? La vera sfida ora è accreditarmi sempre di più come designer dalla duplice anima, coniugando la mia esperienza nella creazione di allestimenti e il mio interesse per l’oggettistica e il design. Un obiettivo che intendo portare avanti anche a Parigi, dove mi sono appena trasferito”.

Alberto Moretti, amministratore delegato di Trotec Italia e membro della giuria, conferma che il progetto vincitore si è imposto per “la sua semplicità, ma allo stesso tempo per la sua fantasia e versatilità. WineTag è in grado di adattarsi a diverse tipologie di evento e può essere facilmente riprodotto su larga scala, a bassi costi. Siamo molto soddisfatti dell’alto livello tecnico dei progetti – prosegue Moretti – che, al di là di piccole correzioni, sono praticamente già pronti per essere messi in produzione. Questo conferma come la tecnologia laser non sia più una novità e che presto potrebbe diventare uno dei sistemi preferiti da artigiani e designer per micro produzioni di altissima qualità”.

Soddisfazione condivisa da Roberto Rubini, curatore di Source, che aggiunge “Grazie al contest LaserMaker abbiamo per la prima volta un gadget da regalare al nostro pubblico. Con WineTag ha vinto la semplicità, un piccolo oggetto pratico e di facile realizzazione e ne siamo molto felici. Ma sono molte le idee emerse dal concorso che abbiamo apprezzato e che proveremo a veicolare durante la manifestazione”.

Un successo confermato anche dalle parole di Laura De Benedetto, co-fondatrice di MakeTank: “Il livello di difficoltà dei contest di design da noi curati per i nostri partner sta aumentando e proporzionalmente aumenta la qualità dei progetti che riceviamo. In questo caso non è stato facile per i progettisti immaginare un gadget coerente con la linea stilistica di Source e che fosse allo stesso tempo un oggetto interessante, utile ed economico. Ha richiesto uno sforzo progettuale, tanta fantasia uniti alla conoscenza della tecnica del taglio laser. Complimenti al vincitore e a tutti i partecipanti!”.

Oltre al primo classificato, la giuria ha voluto premiare con tre menzioni speciali i progetti: Laser Tool-Kit di Giulio Romano Frey, per la categoria “innovazione”; Dress Hanger di Francesco Del Zompo, per la categoria “funzionalità”; e Clino Reggi Ipad di Alessandro Giacomelli e Marco Redaelli di MADESINstudio, per la categoria “commerciabilità.

A premiare il vincitore, lunedì 14 settembre a Firenze, in occasione dell’evento Source “Due storie da raccontare” (ore 18, Villa Strozzi, via Pisana 77), Laura De Benedetto di MakeTank, Filippo Del Carria di Trotec Italia e Lucio Ferella di FabLab Firenze.