Anteprime Abitare il Tempo 100% Project

Pubblicato il 4 giugno 2012 Di

Nuovi format fieristici crescono e rispondono sempre di più alle esigenze di nuovi mercati: Abitare il Tempo 100% Project, in programma a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre prossimi (www.abitareiltempo.com), si conferma come l’unico appuntamento in Italia specializzato per la distribuzione e da quest’anno punta all’internazionalizzazione.
Germania, Russia, tra i primi quattro mercati di destinazione dell’export italiano di mobili, ma anche Polonia, Svizzera, Ucraina, Kazakistan e Turchia sono i paesi sui quali si è già focalizzata l’attenzione degli organizzatori che hanno confermato la partnership con Federmobili e attivato una
collaborazione con la Federazione Europea Negozi di Arredamento (FENA, fondata nel 1950, che rappresenta oltre 100.000 aziende) tramite la quale verranno ospitate importanti delegazioni di rivenditori europei.
«Veronafiere rimane tuttora uno dei principali player italiani nel settore fieristico proprio perché è in grado di adeguare i format delle rassegne ad un mercato in continua evoluzione- ha dichiarato Ettore Riello, presidente di Veronafiere nella conferenza stampa di presentazione che si è tenuta
questa mattina a Milano-. Questa manifestazione offre un importante contributo a sostegno del settore anche attraverso importanti collaborazioni con Federmobili, FENA e la Camera di Commercio di Verona che rappresenta un’area di grande tradizione. Questo settore, uno dei capisaldi del made in Italy, è attualmente in sofferenza, ma, allo stesso tempo, non molla, come evidenziano i dati dello Csil-Centro Studi Industria Leggera: l’Italia del mobile-arredo si è riconfermata anche nel 2011 il primo produttore europeo, il terzo mondiale dopo Cina e Stati Uniti e il terzo esportatore mondiale dopo Cina e Germania, con un incremento del 4% rispetto al 2010».
«Veronafiere ha individuato una precisa linea di incremento del proprio fatturato, in particolare nelle aree a maggior crescita quali India e Brasile, paesi da cui è previsto l’arrivo di operatori nelle giornate di Abitare il Tempo 100% Project- ha affermato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere-. Il nuovo format rappresenta, da un lato, una scommessa vinta e, dall’ altro, nuove sfide come il raddoppio degli spazi che quest’anno passano da 2 a 5 padiglioni, pronti ad accogliere una cinquantina di momenti formativi dedicati anche agli operatori, una formula coerente con le esigenze del mercato».

Abitare il Tempo 100% Project rappresenta una vera case study per il settore perché non si limita a esporre il prodotto, ma approfondisce la conoscenza del prodotto stesso.
«La risposta ad un mondo economico disorientato arriva dall’integrazione in reti di imprese, dall’innovazione e dalla ricerca che trovano in questa rassegna una nuova piattaforma di sviluppo»- ha spiegato Mauro Mamoli, vice presidente di Federmobili.
Dal punto di vista espositivo, Giulio Cappellini, direttore artistico della manifestazione e curatore dell’intero padiglione 1, ha ideato un allestimento sostenibile, che fa leva su spazi modulari, dichiarando: «In questo spazio troveranno posto ben quattro grandi eventi rivolti all’innovazione di progetto e due aree dedicate alla comunicazione, una per le riviste specializzate, un’altra utilizzabile dai media e dagli espositori come set televisivo».