Il design di lusso arriva anche nei cannabis store e il mercato stravolge il suo target

Pubblicato il 14 settembre 2018 Di

Il travolgente mercato che si sta creando intorno alla cannabis sta abbattendo tutti gli stereotipi legati alla marijuana, ormai anche in Italia. I negozi, che prima vivevano in un’atmosfera circondata quasi di segretezza e un velo di freddezza, oggi offrono spesso un design adeguato e professionalità, avvicinandosi sempre più a quella che possiamo considerare un eccellenza. Si è venuto via via creando un pubblico non solo più di quartiere, ma di una certa élite.

 

La cannabis light che ormai è possibile trovare ovunque, è diventata protagonista di prepotenza in un mercato che cerca rimedi come l’olio di CDB o le creme alla marijuana per vedersi e sentirsi meglio. I cannabis store e i coltivatori autorizzati sono le attività che maggiormente circolano intorno a questo business e sempre più persone vogliono lanciarsi in questo settore.

 

I clienti sono i più disparati ed è normale che qualcuno senta la necessità di entrare in un negozio con un certo stile, che allo stesso tempo possa offrire il calore ricercato da chi vuole un posto in cui condividere una passione singolare come quella della cannabis. Allo stesso tempo, i nuovi imprenditori hanno la necessità di differenziarsi, di creare qualcosa di diverso per poter prevalere e per riuscire ad essere competitivi.

 

Forse nel nostro paese siamo ancora agli esordi, ma dagli Stati Uniti ci arriva un’anticipazione di ciò che ci aspetta da un punto di vista dei nuovi store di cannabis di ‘lusso’.

 

La ‘madre patria’ dei negozi di questo tipo è da sempre l’Olanda, in particolar modo i coffee shop di Amsterdam. In questa città però prevalgono negozi un po’ oscuri e discreti, per acquisti sbrigativi e impersonali e con il passare del tempo quella concezione di negozio sta sparendo. Gli Stati Uniti stanno cercando di cambiare questa immagine, creando luoghi più accoglienti, con un design pulito e moderno dove il cliente possa sedersi e sentirsi a suo agio.

 

Ai clienti dei moderni cannabis store non interessa solo acquistare, ma anche conoscere e scoprire sempre qualcosa di nuovo. Per questo la catena Paper & Leaf negli Stati Uniti ha creato delle biblioteche apposite nei suoi centri, dove organizzano anche seminari sopra la marijuana.

 

I nuovi imprenditori devono offrire un approccio nuovo e più moderno e non creare un negozio di sola distribuzione, devono uscire dal vecchio stereotipo per fare la differenza in un mercato che ormai è diventato esponenziale. Pineapple Express è un’altra catena di negozi che offre ai suoi clienti cannabis store di tutto riguardo, accompagnando alla marijuana anche la tecnologia, i trattamenti di bellezza e i prodotti gourmet venduti al banco gastronomia. È una maniera di portare la cultura della canapa ad un’utenza di massa, cercando di mantenere stile e qualità.

 

I nuovi negozi di cannabis quindi tenderanno sempre maggiormente a offrire un arredamento e un design caldo, con predominanza del legno e dei colori soft, in ambienti spaziosi e interessanti. Entrandovi, una decorazione adeguata farà pensare più a una gioielleria che a un cannabis store!

 

Non mancheranno le teche in vetro e librerie in stile, le zone comuni ampie e luminose, con divani e poltrone di design per la socializzazione dei clienti e uno spazio tecnologico che oggi giorno tutti apprezzano sempre di più, soprattutto quando entrano in un locale e intendono passarci del tempo di qualità.