Rinnovo cucina ANTAREI

Pubblicato il 23 novembre 2011 Di

È solo una delle alternative per chi vuole cambiare veste alla cucina mantenendo la stessa struttura, con Antarei è possibile scegliere fra 500 finiture diverse. Davvero un’ampia gamma per personalizzare in modo sartoriale la propria cucina senza scendere a compromessi sulla qualità.
Brillante, specchiante, resistente ai graffi. Ma soprattutto con una qualità mai vista, grazie a una particolare lavorazione: la spazzolatura. La finitura in laccato lucido prevista per le ante e i pensili nel rinnovo cucina Antarei è davvero stupefacente. Perché regala luminosità alla stanza e offre, su qualsiasi tinta ricada la scelta, un colore particolarmente nitido, acceso e lucido.
Il merito è della cura che Antarei impiega per realizzare questa finitura: i pannelli, una volta verniciati, vengono spazzolati da macchinari all’avanguardia non una, ma almeno dieci volte (il numero può arrivare persino a venti per i colori più scuri). In questo modo si elimina qualsiasi impurità o imperfezione, rendendo anche il laccato più resistente.
Non solo: in questo processo Antarei tutela anche la salute della clientela utilizzando finiture prive di stirolo, una sostanza altamente tossica già bandita in altri Paesi europei come la Germania.
Il laccato lucido spazzolato è solo una delle alternative per chi vuole cambiare veste alla propria cucina mantenendo la stressa struttura. Un’ampia gamma a disposizione che consente di personalizzare la propria cucina secondo i propri gusti estetici e senza scendere a compromessi sulla qualità. Da non dimenticare le finiture in legno, che possono essere trattate anche con vernici biologiche e finite a cera.
Al di là dei colori e dei materiali scelti, è possibile poi introdurre meccanismi o parti inedite alla “vecchia” cucina. Si può ad esempio optare per le chiusure ammortizzate sui frontali, oppure aggiungere a una cucina lineare una pratica isola snack, ideale per la colazione o pasti veloci.