Alla ‘Milan Design Week’: sei creativi presentano il marmo turco

Pubblicato il 7 aprile 2013 Di

L’unicità della storia della pietra naturale turca, sarà svelata durante la Milan Design Week, la più importante manifestazione nel mondo del design, che si svolgerà dall’8 al 14 aprile 2013. Durante la settimana sarà presentata una speciale esposizione sulla Turchia, organizzata dall’Istanbul Mineral Exporters’ Association (IMIB) e curate dallo studio di design turco Demirden Design. Questa edizione segue l’esposizione presentata lo scorso anno con il titolo “Thus spoke the marble: the journey alters you” e sarà di nuovo ospitata presso il Superstudio Art Garden di Zona Tortona, su oltre 900 metri quadrati e con un nuovo titolo, “Bathing in light”.

Sei i designer e architetti, di diverse discipline, che hanno accettato di collaborare a questo progetto espositivo: gli architetti Massimiliano-Doriana Fuksas (Italia), Melkan Gursel- Murat Tabanlioglu (Turchia) e Alisan Cirakoglu (Turchia); l’ industrial designer Mathieu Lehanneur (Francia); lo stilista turco Dice Kayek e infine il designer-artist francese Arik Levy.

Partendo dal marmo, un elemento che fa parte di una tradizione che risale a quattromila anni fa, creeranno opere in un mix di design contemporaneo, tradizione e miti turchi. La seconda edizione “Bathing in light”, verterà sul modo in cui marmo, acqua e luce si sono sempre uniti a formare una combinazione ideale per esprimere i concetti di pulizia e purezza. In questa interazione con gli altri elementi, il marmo rappresenta la superficie ideale, liscia, lucente e specchiante, che raggiunge il suo massimo splendore quanto viene toccata dagli altri due elementi.

Queste installazioni, nelle quali il marmo dal potenziale illimitato è il materiale principale, saranno create per esprimere un’inesauribile fonte di leggende e miti passati e presenti. Realizzate da produttori e artigiani turchi, le installazioni saranno collegate tra loro, come perle di una collana, da un percorso in legno.

L’esposizione rivelerà le caratteristiche visive e tattili del marmo e delle pietre naturali, invitando i visitatori a un vero viaggio spirituale. Un materiale di base nelle più grandi opere artistiche e architettoniche turche, il marmo, preservato dalle devastazioni del tempo, è tuttora uno dei principali testimoni dell’avvicendarsi delle civilizzazioni: dall’Antichità Classica ai Bizantini, dagli Ottomani ai giorni nostri.