Billiani: un futuro ricco di storia in mostra al Salone Internazionale del Mobile 2015

Pubblicato il 25 marzo 2015 Di

“Appartenenza. La parola scelta per raccontare un lavoro, un percorso, un sentimento, una conferma. A partire dal laboratorio, che diventa testimone di valori vivi e quotidianamente riconfermati: italianità, cura, eccellenza esecutiva, artigianalità, design e non-delocalizzazione”.

Questa la premessa del nuovo racconto Billiani, fatto di ricerca stilistica, innovazione e consolidamento delle radici. Appartenenza a un territorio, dove la sedia è l’indiscusso elemento attorno al quale si costituisce una comunità e un sapere radicato e potenziatoper secoli; appartenenza a una tradizione che parte da un’antica anima artigiana per dar vita a prodotti qualitativamente elevati e tecnologicamente evoluti. La continua ricerca dell’azienda, volta a stare al passo coi tempi, ha innescato rapporti virtuosi con i designer e una continua permeabilità dello stile dell’azienda al cambiamento culturale, della moda e dei costumi. Restare al passo coi tempi è necessario per continuare a creare belle sedute: quelle per far star comodi i sogni. Ma restare ancorati alla tradizione a un materiale nobile come il legno è altrettanto necessario, per rileggere le tracce del proprio passato per farle diventare pensieri, progetti e nuovi immaginari.
Nel nuovo catalogo, ventuno prodotti capaci di rappresentare l’attenzione ai materiali pregiati e la continua ricerca della bellezza. “Nello scegliere un design, una funzione, un accostamento di materiali e di colori, che accoglieranno tanti momenti della vita di altri ci
poniamo con partecipazione, competenza e attenzione. Nel fare una sedia, siamo in ciò che amiamo fare”.
L’immagine è stata curata da Lara Vidotto che, in collaborazione con Beppe Brancato, fotografo rinomato nel panorama nazionale e internazionale specializzato in interior design, ha compreso e interpretato la direzione verso la quale Billiani vuole andare:
proporre prodotti unici e di alto profilo qualitativo e indagare e rappresentare la bellezza.

Aspettando di mostrarvi tutte le novità Billiani in mostra al Salone Internazionale del Mobile 2015 – pad. 5, stand E12 – vi mostriamo nuovamente la seduta SPY, certi che in ogni gamba, seduta o schienale saprete rivedere tutto questo.

SPY (Design: Emilio Nanni)
La fusione tra struttura e seduta non è mai stata così dolce. Un accurato studio di costruzione è la cifra che distingue Spy, per la preziosa manifattura della scocca, che piega e accoglie la gamba posteriore. Un morbido ed elegante disegno che conferisce un comfort potenziato al suo ospite e prestigio all’ambiente.
Le finiture sartoriali sottolineano lo spiccato carattere che coniuga innovazione e rigore formale ad una estrema comodità. Le gambe posteriori si dichiarano all’esterno come segno identificativo, armonizzandosi in un insieme calibrato di doppi volumi.